Raggiungere un perfetto equilibrio fisico-alimentare è alla portata di tutti, non servono bilance o diete restrittive; basta essere informati, critici e motivati. Sarò felice di accompagnarvi giorno per giorno nel vostro percorso di consapevolezza alimentare. (Dott.ssa Marinella Stagno)


GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

La gravidanza così come il periodo dell’allattamento si presentano come eventi biologici in cui la salute di un individuo dipende strettamente dalla salute di un altro. Un buono stato di nutrizione della madre svolge un ruolo fondamentale sia sul corso e l'esisto della gravidanza, sia sulla adeguata crescita del bambino durante l’allattamento.

L’alimentazione della gestante in realtà, non si discosta molto da quella dei periodi “normali”, eccetto che non si devono coprire solo i bisogni nutritivi della madre ma anche quelli del nascituro. Ciò potrebbe portare al concetto errato che la gestante debba “mangiare per due”, affermazione certamente esagerata, di contro però, è vero che se la dieta della donna non copre i bisogni del feto, l’accrescimento di quest’ultimo intaccherà le riserve materne di nutrienti quindi, oltre ad aumentare il rischio di incappare in possibili malattie per la madre, una malnutrizione embrionale potrebbe mettere a rischio il corretto sviluppo del bambino.

Ogni donna in questa meravigliosa e delicata fase della vita ha quindi bisogno di un personale e sano regime alimentare pianificato in base alle esigenze fisiche e all’ attività svolta dalla futura mamma.

Durante la fase dell’allattamento infine i fabbisogni della donna cambiano ancora rispetto alla gravidanza. Il nutrizionista dunque in collaborazione con altri importanti specialisti come il ginecologo ed il pediatra può aiutare non solo la mamma ma tutta la famiglia ad affrontare dal punto di vista alimentare i grandi cambiamenti che si stanno vivendo.
DALLA TEORIA ALLA PRATICA

L’intervento nutrizionale prevede un primo incontro attraverso il quale si acquisiscono tutte le informazioni relative alla condizione fisiologica della gestante o della neo mamma: abitudini alimentari, stato emotivo ed eventuale presenza di condizioni patologiche (è consigliato portare al primo incontro eventuali referti, analisi, indicazioni del medico).

Durante il primo incontro viene fatta anche una valutazione morfo-costituzionale attraverso la misurazione di vari parametri fisici, sulla base dei dati acquisiti viene valutato il fabbisogno energetico giornaliero necessario.

Seguono incontri successivi nei quali vengono fornite tutte le indicazioni per un corretto stile alimentare, attraverso lo sviluppo di un piano alimentare personalizzato e attraverso una adeguata informazione ed educazione alimentare per l’intera famiglia.